Invio Fiori online
Trasmissioni floreali
American ExpressVisaMasterCardDiners
Fiori a Conegliano
Eventi e manifestazioni
Sponsor
I migliori link
Le aziende
Segnala un sito
Vuoi diventare sponsor della "Scuola d`Arte Floreale"? puoi acquistare un banner esclusivo nelle pagine della rubrica a condizioni eccezionali. Per informazioni: tel. 02 66987150
Per ulteriori informazioni


Top

Menu
Rubrica floreale
Registrati







statistiche

Top



Sfondi floreali gratis  per il tuo computer
Fiori nel mondo. trasmissioni floreali in tutto il mondo con Fioriweb.it, bonsai, fiori, piante, ikebana, composizioni floreali, invio fiori, trasmissioni floreali, omaggi floreali, fiori online, fiorionline, i link ai migliori siti.Fiori online



LE TECNICHE


 
Zona focale. Si parla invece di «zona focale» se si tratta di un’area più estesa, composta da più di un elemento, la quale cattura prepotentemente l’attenzione dell’osservatore. Spesso essa consiste di materiali con diverso colore o aspetto superficiale, anche in contrasto reciproco, così da accrescere l’interesse visivo. Le composizioni floreali di stile moderno possono avere più di un’area focale.

Il «motivo di interesse»

E’ così chiamato, in una composizione, un particolare - realizzato attraverso il materiale floreale, quello complementare o il colore - spesso ripetuto più di una volta all’interno della composizione ma collocato in posizione subordinata rispetto al resto. Il «motivo di interesse» cattura l’attenzione e la curiosità dell’occhio; esso individua una zona focale della composizione che nelle strutture più classiche e tradizionali coincide con il centro mentre sarà collocata in posizione eccentrica per creare effetti più enfatici ed insoliti.
Ad esempio delle singole grosse peonie costituiscono un «motivo di interesse» se raggruppate alla base e in posizione eccentrica in una composizione costituita prevalentemente di fiori di piccole dimensioni.
Il «motivo di interesse» può essere realizzato anche lavorando «in contrasto» di forma, colore, aspetto superficiale degli elementi che lo costituiscono rispetto agli altri elementi della composizione.





Disposizione in sequenza

La disposizione in sequenza consiste nel collocare i materiali in un ordine graduale: dal più grande al più piccolo, dal fiore già sbocciato e quindi più aperto a quello più chiuso e quindi ancora in boccio, dal colore più scuro a quello più chiaro, ecc.

La norma vuole che i fiori più scuri o comunque otticamente più pesanti siano collocati al centro o alla base della composizione, mentre i fiori più piccoli e luminosi, otticamente più leggeri, siano collocati procedendo verso l’esterno: ciò serve a bilanciare otticamente la composizione.

Pagina: 1 2 3 4 5 6
 

 

 



 
visita i nostri sponsor


[ Merotto fiori ]
 

 

 

 


Copyright ©  1999-2016 Fioriweb.it - Tutti i diritti sono riservati, Vietata la riproduzione  anche parziale di qualsiasi parte di questo sito - Gli aggiornamenti sono episodici e comunque con cadenza non periodica- Foriweb.it non è collegato ai siti recensiti e non è responsabile del loro contenuto.