Fiori in tutto il MONDO con Fioriweb

Interpretiamo le tue emozioni:
smileysmileysmileysmileysmiley
Splendidi omaggi floreali saranno messaggeri dei tuoi sentimenti.

Fiori in tutto il MONDO con Fioriweb

Interpretiamo le tue emozioni:
smileysmileysmileysmileysmiley
Splendidi omaggi floreali saranno messaggeri dei tuoi sentimenti.

Fiori a Conegliano e dintorni
Nuovo servizio di trasmissioni floreali  a Conegliano e paesi limitrofi - scopri le offerte nel catalogo on-line
Fiori online
Il tuo pensiero in mani fidate

Ordina online

Sponsor
I migliori link
Le aziende
Da visitare

Fior di sposa
Corsi di scenografia computerizzata

Proteggi la navigaziuone dei tuoi figli in internet

statistiche

Rubrica floreale
Fiori online

Fioriweb.biz
Fiori in tutto il mondo
www.fioriweb.biz

Fioreria Gazebo
Consegna fiori a Conegliano e dintorni
Fioreriagazebo.it

Creaimpresa

Eventi e manifestazioni
Spedizioni floreali a Conegliano e dintorni
American ExpressVisaMasterCardDiners




Fiori nel mondo. trasmissioni floreali in tutto il mondo con Fioriweb.it, bonsai, fiori, piante, ikebana, composizioni floreali, invio fiori, trasmissioni floreali, omaggi floreali, fiori online, fiorionline

Fiori Online

The celebrities' gardens

Flower Bulbs Planting Experience



Le Bulbose: un anticipo di primavera

L’autunno illumina l’atmosfera con le sue tinte calde ed avvolgenti invogliando così a prolungare il contatto con la natura e a sfruttare al meglio la terra che ancora conserva il tepore della calura estiva.
Come? È semplicissimo. Basterà acquistare le bulbose a fioritura primaverile e il pensiero dei mesi invernali diventerà subito meno “freddo” e grigio.
Con poca spesa, tanta fantasia e lasciando fare alla natura, con i bulbi si possono realizzare infinite coreografie. I giardinieri più esperti conoscono perfettamente il valore di una fioritura anticipata che illumina il giardino alla fine dell’inverno. Gli appassionati invece, dopo aver sperimentato le varietà di sicuro successo, si cimenteranno con varietà insolite. I principianti si convinceranno che non è impossibile portare un soffio di colore in giardino.

Nessun limite alla fantasia

I fiori delle bulbose portano luminosità e allegria ed è proprio in autunno, quando la natura va lentamente a riposo, che bisogna pensare all’esplosione colorata del suo risveglio a primavera. Il vento tiepido, le temperature ancora miti e gli affascinanti cromatismi autunnali favoriscono il desiderio di realizzare un giardino di corolle fiorite e variopinte, da ammirare in primavera.
Non esistono limiti nella scelta, negli abbinamenti e negli accostamenti dei bulbi da fiore.
In giardino, il sentiero di accesso, la zona vicina al cancello, l’aiuola di fronte alla casa o il prato dove giocano i bambini, sono tutti luoghi ideali perché un bulbo fiorisca. Il giardino non è però l’unico luogo adatto ad ospitare questi meravigliosi fiori. In balcone o sul terrazzo, vasi e conche, secchi e mastelli diventano i contenitori perfetti per composizioni floreali da realizzare con bulbi da fiore. Un vaso fiorito di bulbose è quanto di più creativo si possa immaginare, è un vero e proprio giardino a portata di mano.

Una straordinaria autonomia

I bulbi sono ideali per chi è alle prime esperienze di giardinaggio: sono facili da piantare e poco esigenti in fatto di cure. Il segreto del successo sta proprio nel bulbo: molto più grande di un seme, tanto da poter essere maneggiato con disinvoltura e facilità, produce fiori talmente belli e vistosi che hanno il pregio di sbocciare proprio all’inizio della primavera quando tutto ancora dorme. I bulbi sono piante vive che portano nascosto dentro di sé un fiore in miniatura, pronto a crescere non appena inizia il disgelo. Per avere un giardino fiorito basterà acquistare bulbi in autunno, fare una buca nel terreno e piantarli: il bulbo farà tutto da solo e il successo della fioritura è assicurato.

La scelta

Chi si appresta ad acquistare dei bulbi deve avere l’accortezza di seguire alcune regole semplicissime ma necessarie per ottenere una fioritura ottimale. Innanzitutto bisogna scegliere bulbi sani, con un discreto peso e che risultino sodi al tatto. Se sono sfusi, ed è possibile toccarli, controllare che la superficie non presenti intaccature, ammaccature, segni di attacco fungino. La parte inferiore del bulbo deve essere perfettamente integra, dura e non molliccia. Se sono contenuti in scatole di cartone, queste dovrebbero essere forate in quanto è indispensabile la circolazione dell’aria.
La scelta del colore è personale, in base alle preferenze di ciascuno. La persona vivace ed estroversa sceglierà colori pieni e sgargianti, i più romantici opteranno per colori tenui e delicati.

La piantagione

I bulbi devono essere piantati da settembre fino a quando iniziano i primi geli. È buona regola formare gruppi circolari di 7 – 12 bulbi, distanti 4 – 5 cm tra loro. La buca scavata deve avere una profondità 2 – 3 volte superiore all’altezza del bulbo che deve essere piantato con la punta rivolta verso l’alto. I bulbi più piccoli, come i crocus, vanno piantati a circa 15 cm di profondità, mentre quelli più grandi, come tulipani e giacinti, almeno a 25 cm. È possibile scavare buche singole per ogni bulbo oppure preparare una larga buca sul cui fondo vengono poi sistemati i bulbi. Qualunque sia il metodo scelto, ci si deve assicurare che sul fondo ci sia sempre un po’ di terreno sciolto e non compatto per favorire la radicazione e il giusto drenaggio. Una volta sistemati i bulbi sia in vaso che in piena terra, vanno ricoperti completamente di terra.

Le cure

I bulbi sono per loro stessa natura una vera e propria “dispensa” naturale di cibo: al loro interno è contenuta tutta la quantità di nutrimento di cui il fiore e la pianta hanno bisogno per la stagione di crescita. Sarà solo necessario seguire poche ed elementari regole nell’annaffiatura. In autunno è importante bagnare abbondantemente subito dopo aver interrato i bulbi. Successivamente, se il terreno si manterrà umido, non sarà più necessario annaffiare. A metà febbraio, con l’aumento della temperatura, si dovrà dare un goccio d’acqua per aiutare il risveglio del bulbo. Nella prima metà di marzo si deve annaffiare due volte la settimana. Dal momento in cui si vedranno spuntare le gemme e per tutto il periodo della fioritura, si annaffierà a giorni alterni. Al termine della fioritura, nel mese di maggio, la frequenza delle annaffiature deve essere ridotta ma non sospesa completamente per permettere al bulbo di concludere il proprio ciclo biologico.

Dopo la fioritura

I bulbi dopo il primo anno di fioritura, se ben curati, possono rifiorire puntuali ad ogni primavera. Man mano che le corolle appassiscono, vanno recise con un coltellino insieme a una porzione di stelo. Da metà aprile, ogni settimana si aggiunge un pizzico di fertilizzante all’acqua di irrigazione. Le foglie devono ingiallire in modo del tutto naturale e di tanto in tanto, passando le mani tra la vegetazione, si distaccheranno e raccoglieranno quelle più secche. Le bagnature vanno ridotte fino a sospenderle. Con le forbici si recidono le foglie ormai appassite. I vasi devono essere trasferiti all’ombra e al fresco. A settembre si riprenderà ad idratare la terra con leggere irrigazioni, in modo tale che il ciclo di coltivazione si attivi come se i bulbi fossero stati piantati in quel momento.

 

Pagina
1 2 3 4 5 6
  1. Flower Bulbs Planting Experience

International flowerbulb centre

Altre sezioni dedicate ai fiori da bulbo

Emozioni | Dalia | Gladiolo | Giglio

Bulbo primaverile dell'Anno 2007 in Italia.
Il vincitore è l'Allium "Purple Sensation"

 

 

 

 

 

 



 
VISITA I NOSTRI SPONSOR


[ Merotto fiori ]

Fiori online


Copyright   1999-2017 Fioriweb.it - P.Iva 00663510261 - Tutti i diritti sono riservati, Vietata la riproduzione  anche parziale di qualsiasi parte di questo sito.
Gli aggiornamenti sono episodici e comunque con cadenza non periodica.
Fioriweb.it non collegato ai siti recensiti e non responsabile del loro contenuto. Info sulla Privacy